sabato 1 dicembre 2007

Il mio No-Knead Bread




Sono stata presa anche io dalla mania del pane senza impasto. Vedevo i meravigliosi pani degli altri e mi dicevo "sì, vabbè, chissà da quanti anni panificano! Vien bene a chi lo sa fare...", e poi mi sono dovuta ricredere. Ieri, ore 9 del mattino, preparo la misquazza di farina, acqua, lievito e sale (tempo necessario 30 secondi). Giusto una mescolatina e copro continuando a ripetermi "Sì, vabbè, chissà che ne esce fuori...". Stamattina ore 9 procedo con il secondo passo: stendo sulla farina, giro i quattro lembi (non ci avrò messo più di due minuti), attendo i fatidici 15 minuti, insemolo, copro e via a fare un paio di commissioni. Dopo due ore di lievitazione metto il mio magico panetto lievitato nella pentola caldissima e faccio cuocere 30 minuti col coperchio a 230°, poi tolgo dalla pentola e via sulla griglia per altri 15 minuti. Lo avrei voluto leggermente più abbronzato perchè mi piace il pane al limite del bruciacchiato, la prossima volta lo farò a 250°. Sì avete capito bene, la prossima volta, perchè ora che ho scoperto il no-knead bread sarà pane a profusione!!

Grazie ad Alex, ad Aiuolik e a tutti quelli che mi hanno spronato a provarci!! Vi rimando alle loro ricette per i dettagli.
P.S.: io ho usato un mix fatto con 200 gr di granito e 300 gr di manitoba.