lunedì 28 aprile 2008

Sformato di melanzane con gamberi al pesto di pistacchi

Sformato di melanzane con gamberi al pesto di pistacchi



Questo fine settimana sono stata alla Fiera della Sardegna e nello stand riservato alla gastronomia ho fatto il pieno di specialità di altre regioni. In particolare ho acquistato il pesto di pistachi di Bronte, con cui ho preparato questo piatto. Se avete la possibilità di procurarvi i pistacchi di Bronte potete farlo a casa frullando i pistacchi con olio e sale.

Ingredienti
2 melanzane
2 uova
aglio
sale
2 cucchiaio di grana grattugiato
2 cucchiai di pangrattato
un paio di foglie di basilico tritato
10 code di gamberi


Tagliate le melanzane a cubetti e fatele cuocere in padella con olio, sale e aglio. Togliete dal fuoco e aggiungete il basilico tritato. Quando le melanzane si saranno raffreddate aggiungete le uova sbattute, il grana, il pangrattato, aggiustate di sale e amalgamate bene. Con un pennello oleate le pareti e il fondo di alcune terrine monoporzione e rivestitele di pangrattato. Suddividete il composto nelle terrine e fate cuocere a 180° per 20 minuti circa. Cuocete le code dei gamberi al vapore e conditele con il pesto di pistacchi.

martedì 22 aprile 2008

Charlotte alle fragole

Charlotte alla frutta


Ingredienti
2 tuorli
100 gr di zucchero
200 gr di mascarpone
200 gr di panna da montare
500 gr di frutta mista (io ho usato kiwi, lamponi e fragole)
200 gr di savoiardi
1 bichiere di rum
1 bicchiere d'acqua
1 cucchiaio di zucchero

Montare con le fruste i tuorli e lo zucchero, aggiungere il mascarpone e poi la panna. Sciogliere il cucchiaio di zucchero in un bicchiere di acqua tiepida e far raffreddare. Versare l'acqua zuccherata e il rum in un recipiente, inzuppare i savoiardi e disporli sul fondo e lungo i bordi di uno stampo dai bordi alti rivestito di pellicola. Disporre uno strato di frutta sul fondo, versare un terzo della crema, disporre un secondo strato di frutta e un altro terzo di crema, infine l'ultimo strato di frutta e di crema. Terminare con altri savoiardi imbevuti e coprire con della pellicola. Conviene mettere in freezer per un'oretta in modo che tutto si solidifichi adeguatamente, non di più altrimenti il dolce si pietrifica e occorre aspettare che si scongeli prima di poterlo mangiare!! Poi spostare nel frigorifero e lasciarlo lì fino al momento di servire.

Charlotte alla frutta

venerdì 18 aprile 2008

Un menu per la trattoria


Ce l'ho fattaaaaaaa!!!! Quasi oltre il tempo massimo ho anche io Un menu per la Trattoria, e quando dico Trattoria sapete tutti a chi mi riferisco, vero? Magari non è proprio un menu intero, anzi è proprio mezzo menu....tutto a 7 euro e 50 e non se ne parla più, ok?

Paccheri al salmone e cucunci

Paccheri al salmone e cucunci

Finalmente ho trovato i cucunci ovvero i frutti del cappero. A saperlo mi sarei dovuta segnare tutte le ricette in cui li ho visti, chiaramente ora non me ne ricordo nemmeno mezza e sicuramente ne ritroverò qualcuna appena non me ne sarà rimasto manco uno, ma tanto adesso so dove trovarli!

Ingredienti
400 gr di Paccheri
4/5 fette di salmone affumicato
1/2 cipolla piccola
1/2 bicchiere di vino bianco secco
10 cucunci
10/15 pomodorini
prezzemolo tritato
olio
sale


Tritare la cipolla e farla soffriggere nell'olio. Aggiungere il salmone tritaro e far rosolare un paio di minuti, aggiungere il vino e far sfumare. Unire i pomodorini, i cucunci e far cuocere, alla fine aggiustare di sale (anche se il salmone è già salato di suo) e aggiungere il prezzemolo tritato. Far cuocere i paccheri in acqua salata seguendo i tempi di cottura indicati nella confezione, scolarli e farli saltare in padella insieme al sugo.

Cotolette di pesce spada con vinaigrette ai lamponi

Cotolette di pesce spada con salsa ai lamponi 005

Dal libro A tavola in 20 minuti di Marco Sabatini

Ingredienti
500 gr di pesce spada
50 gr di lamponi
2 uova
pane grattugiato
50 gr di farina
prezzemolo tritato
olio
aceto
sale e pepe

Pulire il pesce spada, togliere la pelle e tagliarlo a tocchetti. Passarlo prima nella farina, poi nelle uova sbattute e infine in una miscela fatta con il pane grattugiato, il prezzemolo e l'olio. Mettere su una placca rivestita di carta forno e far cuocere a 200° per 10 minuti circa.Per la vinaigrette: frullare i lamponi con olio, sale e aceto.

mercoledì 16 aprile 2008

Alette piccanti

Alette di pollo piccanti


Ingredienti
20 alette di pollo
1 cucchiaino di salsa worcester
1 cucchiaino di tabasco
1 cucchiaino di pepe
1 cucchiaino di curry
1 cucchiaino di paprika
25 gr di senape
il succo di un limone
1 spicchio di aglio tritato
15 ml di olio
sale

Pulire le alette. Mescolare tutti gli altri ingredienti, condire le alette e cuocerle in forno girandole ogni tanto. Nel libro c'è scritto di cuocere a 200° per 1 ora, io ho fatto 1 ora a 180°.
Dal libro Al forno di Nicola Pavan.

Alette piccanti

lunedì 14 aprile 2008

Tortine al formaggio bianco e limone

Tortine al formaggio bianco e limone


Ingredienti
250 gr di formaggio bianco (tipo ricotta)
2 uova sbattute
50 gr di zucchero
la scorza di 1 limone
il succo di 1/2 limone

In una insalatiera sbattere il formaggio, aggiungere le uova, lo zucchero, la scorza e il succo di limone. Amalgamare bene e versare in stampi da crostatina in silicone. Cuocere in forno a 180° per 30 minuti circa.
Dal libro Torte dolci e salate di Delphine De Montalier

mercoledì 9 aprile 2008

Che direbbe Auguste?

Insalata Carmen

Proporre le ricette di grandi chef mi mette sempre parecchia ansia, perchè alla fine lo zampino ce lo metto sempre e giustamente lo chef potrebbe aversene a male. Così, caro Auguste Escoffier, sii buono e chiudi un occhio, alla fine ho solo scambiato la carne col pesce, che vuoi che sia. Questa è l'insalata Carmen, nel libro da cui l'ho presa c'è scritto che Auguste Escoffier era rimasto talmente colpito dall'opera di Bizet da intitolarle una delle sue più importanti ricette. Carmen (sempre che sia esistita) non saprà mai di Auguste, lui invece parecchi anni dopo l'ha conosciuta grazie a Bizet e ne è diventato pazzo.
Che triste questa storia d'amore a distanza spazio-temporale in cui lei non mangia nemmeno!!
Mi rifaccio la storia come pare a me: Carmen esce la mattina in scooter per andare a lavoro, nella sua sacca si porta il contenitore ermetico con dentro l'insalata che le ha preparato Auguste. Davanti al computer Carmen apre il contenitore e sorride ripensando ad Auguste concentrato davanti ai fornelli. E vissero felici e sfamati.
Per la cronaca, Carmen e Auguste sono stati presentati da un amico comune, tale Georges B.

Ingredienti per 4
300 gr di riso
1 peperone rosso
160 gr di tonno in scatola (Auguste dice 1 petto di pollo bollito e tagliato a filetti)
100 gr di pisellisale

Per la salsa
1/2 bicchiere di vino bianco secco
1/2 bicchiere di brodo ristretto
1 cucchiaio di aceto
1 cucchiaino di zucchero
1 cipolla dolce
1 cucchiaino di uvetta
1 cucchiaino di capperi
1 cucchiaio di senape
dragoncello tritato

Per la salsa non si deve far altro che tritare assieme tutti gli ingredienti (l'uvetta prima va messa in ammollo in acqua tiepida), alla fine però più che una salsa viene un liquido. Cuocere il riso in abbondante acqua salata rispettando i tempi di cottura indicati nella scatola, scolarlo e passarlo sotto l'acqua fredda per bloccare la cottura. Arrostire il peperone nel forno per dieci minuti, spellarlo e tagliarlo a tocchetti. Sbollentare i piselli in acqua salata e lasciarli raffreddare. Riunire il riso, i peperoni, i piselli, il tonno sminuzzato e la salsa in un'insalatiera e mescolare bene.

lunedì 7 aprile 2008

Cookie su Cover



Pare che ultimamente i blog di cucina abbiano suscitato l'attenzione della carta stampata. Il magazine Cover, allegato domenica 6 aprile all'Eco di Bergamo, ha dedicato un articolo all'argomento e ha incluso Cookie-Corner!!! Ringrazio Giampiero Caneddu e Elena Montobbio.

Insalata di code di gamberi

Insalata di code di gamberi
Ingredienti
20 code di gamberi (o scampi)
4 piccoli meloni
125 ml di yogurt intero
2 cucchiai di erba cipollina tritata
sale e pepe
6 cucchiai di olio
rucola


Cuocere le code di gamberi al vapore. Tagliate i meloni a metà, con uno scavino ricavate delle palline. Ripulite i meloni dalla polpa rimasta. Montare con una frusta lo yogurt versando a filo l'olio di oliva, come se fosse una maionese. Aggiustare di sale e di pepe e aggiungere l'erba cipollina. Sistemate sul fondo dei meloni un pò di rucola, adagiate sopra le palline di melone e le code dei gamberi, condite con un cucchiaio di salsa.
Dal libro Al forno di Nicola Pavan

sabato 5 aprile 2008

Sushi a Cagliari

Sushi



Sushi




Sushi

Vi avevo già parlato del mercato di San Benedetto a Cagliari, un vero spettacolo per gli occhi, il sabato è sempre trafficatissimo e rifornitissimo di tutto quello che la pesca può proporre. La vera novità è che dalla scorsa settimana è possibile trovare anche il sushi. Non che non ci fossero alcuni (pochi) ristoranti che lo proponessero già in città, ma il bello è che adesso il sushi è per tutti. Al Box 63 di Davide Secci è possibile ammirare ogni sabato mattina lo chef Kensuke Maeda che lo prepara con grande maestria. Il sushi, in tutte le sue varietà, viene poi venduto corredato di wasabi in comode vaschette. Sono felicissima che anche al mercato di Cagliari ci siano delle proposte così interessanti.
Grazie a Davide e grazie a Kensuke!!



Sushi




Sushi

mercoledì 2 aprile 2008

Cake del Nord alla birra

Cake del nord alla birra


L'unico pasto che consumo a casa è la cena, ma con tutte le cose che devo fare quando esco dal lavoro non ho molto tempo per organizzarmi una cena degna di questo nome, così capita che mangi dei piatti freddi. Di solito mi preparo una bella insalata mista condita con olio di oliva e aceto, però l'insalata da sola non mi appaga, so che devo pensare a un valido accompagnamento per evitare di vagare per la cucina a notte tarda alla ricerca di qualcosa che neanche io so cos'è. A casa il pane circola solo nel fine settimana, quando ho tutto il tempo per far lievitare l'impasto e magari impratichirmi con pieghe e folding vari. In alternativa al pane vi propongo di consumare la vostra cena fredda con un cake salato: non ha tempi di lievitazione, si prepara in pochi minuti e appaga assai più del pane visto quanto è ben condito!! La ricetta è presa dal libro Cakes dolci e salati di Ilona Chovancova.

Ingredienti

180 gr di farina
3 uova
100 ml di birra
100 ml di olio
100 gr di gruyere grattugiato
30 gr di cipolle secche (l'autrice consiglia 100 gr)
1 bustina di lievito per salati
1 cucchiaino di sale1 pizzico di pepe

Sbattete le uova con l'olio e la birra, aggiungete la farina, le cipolle, il sale e il pepe. Mescolate bene e aggiungete il lievito. Versare l'impasto in uno stampo da plum-cake rivestito di carta da forno. Cuocete a 180° per 50 minuti circa.

Un premio inaspettato

6e3dd6f97015a31aff60c0123b276b09.jpg


La mia stupenda Marymoon (sì, mia tutta mia, non ve ne lascio neanche un pezzetto) mi ha onorata di un premio inaspettato, il premio di BlogAutore. Mando alla mia MaMo tanti bacetti e passo il premio a due blogger davvero eccezionali: la Fatina nazionale e la Cuoca Avvenente.

REGOLAMENTO: Questo premio non vuol'essere un famelico scambio link. E' per questo motivo che ogni BlogAutore che lo riceverà potrà a sua volta premiarne soltanto altri 2..DUE..Blog..Dovrete semplicemente dare una motivazione al premiato. Sono esclusi tutti quei blog che si occupino di pedofilia-razzisti-offensivi-e altra spazzatura varia... Il premio verrà ritirato su questa pagina (non vi sono vincoli sul posizionamento lo potrete inserire dove vi è più consono )Quando si sarà accettato il Premio ed esposto sul proprio Blog si prega di segnalarcelo tramite commentiindicando il link di chi vi ha premiato e naturalmente il vostro appena premiato..(solo questa pagina farà fede per i Blog Premiati).