martedì 19 febbraio 2008

La cucina regionale

Ringrazio Elga per aver pensato a me ma devo dire che con questo Meme mi ha messo in difficoltà. Io non conosco tutte le cucine regionali italiane per assaggio dal vivo e mi devo basare molto su quello che ho letto e che mi stuzzica e non so se riuscirò a elencarne dieci. Dato questo presupposto direi che la più stuzzicante ritengo che sia la cucina siciliana per la varietà di piatti, per l'ampio uso del pesce e delle verdure (sono carnivora da poco e su questo fronte devo ancora fare molti passi in avanti) ma soprattutto per i loro strabilianti dolci, è da tempo che sogno di visitare la Sicilia e provare tutti i loro piatti. Al secondo posto metterei la cucina emiliana per la pasta ripiena, la pasta all'uovo, le lasagne e via discorrendo. Al terzo posto la cucina pugliese per la fantasia e la varietà nell'impiego delle verdure in cucina (ho un debole per queste cose e impazzisco per le orecchiette con le cime di rapa). Al quarto la cucina campana per la pizza, la mozzarella di bufala, 'u babbàààà. Al quinto posto la cucina piemontese, per i vini, i formaggi, il gianduia.
Una top-five è sufficiente? So di non aver nominato molte regioni che mi scuseranno per la mia ignoranza ma è anche vero che se alcuni piatti tipici si possono copiare senza difficoltà molti vanno invece assaggiati in loco. Penso al pesto, tutti lo facciamo a casa ma tutti quelli che tornano dalla Liguria dopo aver assaggiato un bel piatto di trofie ben condite dicono che quello che fanno lì è un'altra cosa, lo stesso dicasi per le olive ascolane (finora ho mangiato solo quelle surgelate) o la pappa col pomodoro (Rita Pavone m'ha messo stò tarlo...).