domenica 23 dicembre 2007

BUON NATALE!!

I migliori auguri per un fantastico Natale a tutti quelli che ho conosciuto in questi pochi mesi di questa fantastica esperienza sul blog e a tutti coloro che passano fugacemente senza mai lasciare un commento. Che possiate trascorrere questo Natale insieme alle persone a cui volete bene.

mercoledì 19 dicembre 2007

L'Orata come piace a me



Ingredienti

4 orate
1 bicchiere di Vermentino di Sardegna
1 mazzetto di prezzemolo
20 olive nere cotte al forno
10 pomodorini
1 pomodoro secco
2 spicchi d'aglio
sale
farina
olio

Procedimento

Sventrare e squamare le orate, tagliare le pinne. Tritare il prezzemolo, gli spicchi d'aglio e il pomodoro secco. Mettere un pò del trito dentro la pancia dell'orata insieme a un'oliva. Infarinare le orate e metterle in una capiente padella unta di olio insieme al resto del trito, ai pomodorini, alle olive e a un pizzico di sale. Porre la padella sul fuoco e dopo pochi minuti bagnare con il vino bianco, far sfumare poi tappare con il coperchio e far cuocere a fuoco medio per 10 minuti. Girare le orate, coprire e far cuocere altri dieci minuti. I tempi di cottura possono variare a seconda delle dimensioni dell'orata...

lunedì 17 dicembre 2007

Spaghetti con arselle e asparagi



Ingredienti

350 gr di spaghetti
300 gr di asparagi selvatici
700 gr di arselle
1 spicchio di aglio
1 mazzetto di prezzemolo
1 peperoncino
sale

Procedimento

Sciacquare le arselle sotto l'acqua corrente e metterle a spurgare per un'ora in un recipiente pieno d'acqua.
Nel frattempo spezzare gli asparagi con le dita iniziando dalla cima, in modo da utilizzare solo la parte più tenera (scartare la parte finale, quella che non si spezza). Cuocere gli asparagi a fuoco lento in un tegamino con un filo d'olio, un pizzico di sale e un goccio d'acqua finchè non saranno teneri.
Risciacquare le arselle e metterle in un tegame capiente senza nient'altro, coprire e tenerle sul fuoco finchè non si aprono (scartare eventualmente quelle che rimangono chiuse). Togliere le arselle dal guscio ad eccezione di alcune che terrete per guarnire il piatto. Filtrare e conservare l'acqua di cottura delle arselle. In un tegamino far rosolare in olio EVO uno spicchio d'aglio e un peperoncino, togliere l'aglio appena diventa dorato e aggiungere nell'ordine le arselle, il prezzemolo tritato e successivamente l'acqua filtrata, far cuocere pochissimi minuti, regolare di sale. Unire gli asparagi. Cuocere gli spaghetti ben al dente e condirli con il sughetto di asparagi e arselle

sabato 15 dicembre 2007

Mousse di clementine di Lenny


Ieri ho invitato a cena dei cari amici e per dessert ho proposto questa mousse di Lenny. Non avendola mai preparata prima avevo il terrore di sbagliare nell'esecuzione e rimanere senza dolce. Invece è stato facilissimo, questa mousse delicatissima e profumatissima è stata molto apprezzata dai miei ospiti. Ve la consiglio, la ricetta la trovate qui.

martedì 11 dicembre 2007

Pane in pentola




Da quando ho provato il no-knead bread mi sono chiesta se il suo metodo di cottura potesse essere applicato anche ad altre ricette che non prevedessero tutta quella lievitazione e quantità di acqua, per capire se comunque poteva migliorare la cottura del pane grazie al mantenimento del vapore in uno spazio contenuto, cioè all'interno della pentola. Quindi ieri, pur essendo a corto di tempo, ho provato una ricetta a caso che prevede:

350 gr di farina
230 ml di acqua
1 cucchiaino di sale
2 cucchiaini di lievito di birra disidratato
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di olio
1 cucchiaino di succo di limone
(io poi ho messo anche qualche semino di girasole e un pomodoro secco a pezzetti)

Ho impastato tutto con la MDP, usando il programma 'Impasto' che dura 1 ora e 30. Nel frattempo ho riscaldato il forno a 250° con dentro una pentola con il coperchio, ho preso il panetto, l'ho insemolato e l'ho messo dentro la pentola. Ho lasciato cuocere per 30 minuti, poi ho tolto il pane dalla pentola e l'ho fatto cuocere direttamente sulla griglia per altri 15 minuti. Direi che il metodo di cottura in pentola può essere applicato anche ad altri tipi di pane, voi che ne pensate?

domenica 9 dicembre 2007

Mousse Ciocco-Menta



Ingredienti

200 gr di cioccolato bianco
3 cucchiai di acqua
50 gr di burro
40 gr di sciroppo di menta
200 gr di panna

Procedimento

Sciogliere a bagnomaria il cioccolato sminuzzato insieme all'acqua e al burro. Una volta sciolto togliere da fuoco e unire lo sciroppo, mescolare bene. Montare la panna e incorporarla delicatamente alla crema di cioccolato. Mettere in frigo per un paio di ore prima di servire.

sabato 8 dicembre 2007

Risotto castagne e scamorza di Tulip


Questo risottino mi ispirava molto da quando l'ho visto sul blog di Tulip e oggi ho deciso di provarlo (aggiungendo anche lo speck come suggerito da Lory). Et Voilààà, ricco come si addice ad un rigido inverno!! La ricetta la trovate qui.

martedì 4 dicembre 2007

Ciambelline






Ecco qua la mia ricetta per la splendida iniziativa di FrancescaV intitolata Aspettando Natale 2007. Ho scelto le ciambelline perchè ogni Natale ne faccio sempre in gran quantità, da regalare e da gustare a casa con amici e parenti.


Ingredienti


500 gr di farina
200 gr di zucchero
200 gr di burro
3 uova
1 bustina di vanillina
la scorza grattugiata di 1 limone
1 bustina di lievito
1/2 bicchierino di acquavite


Impastare rapidamente gli ingredienti e far riposare in frigo per almeno un'ora prima di stendere con il mattarello. Ritagliare le ciambelline e cuocerle in forno a 200° per 8 minuti. Per questa quantità di ciambelline occorrono 350 gr di marmellata di ciliegie. Decorare con zucchero a velo.



Waiting for Christmas 2007

sabato 1 dicembre 2007

Il mio No-Knead Bread




Sono stata presa anche io dalla mania del pane senza impasto. Vedevo i meravigliosi pani degli altri e mi dicevo "sì, vabbè, chissà da quanti anni panificano! Vien bene a chi lo sa fare...", e poi mi sono dovuta ricredere. Ieri, ore 9 del mattino, preparo la misquazza di farina, acqua, lievito e sale (tempo necessario 30 secondi). Giusto una mescolatina e copro continuando a ripetermi "Sì, vabbè, chissà che ne esce fuori...". Stamattina ore 9 procedo con il secondo passo: stendo sulla farina, giro i quattro lembi (non ci avrò messo più di due minuti), attendo i fatidici 15 minuti, insemolo, copro e via a fare un paio di commissioni. Dopo due ore di lievitazione metto il mio magico panetto lievitato nella pentola caldissima e faccio cuocere 30 minuti col coperchio a 230°, poi tolgo dalla pentola e via sulla griglia per altri 15 minuti. Lo avrei voluto leggermente più abbronzato perchè mi piace il pane al limite del bruciacchiato, la prossima volta lo farò a 250°. Sì avete capito bene, la prossima volta, perchè ora che ho scoperto il no-knead bread sarà pane a profusione!!

Grazie ad Alex, ad Aiuolik e a tutti quelli che mi hanno spronato a provarci!! Vi rimando alle loro ricette per i dettagli.
P.S.: io ho usato un mix fatto con 200 gr di granito e 300 gr di manitoba.